Tag Archives: Patchwork StudiArchitettura

Nepal/Comelico parte 2

1 Set

Cari Amici, la mostra fotografica Nepal/Comelico, organizzata dall’Associazione Giuliano De Marchi per il Nepal – Onlus e da Patchwork StudiArchitettura con il supporto operativo di Algudnei, si è spostata alla Stua di Padola.
Si ringraziano per l’aiuto all’allestimento Fiorenza De Martin e Dino Zandonella Sarinuto.
A seguire alcune immagini dell’evento.

Annunci

Nepal/Comelico

28 Ago

Cari amici, vi segnaliamo la mostra fotografica sul recente terremoto in Nepal che si aprirà domani a Costalissoio.

L’evento, organizzato dall’Associazione Giuliano De Marchi per il Nepal – Onlus e da Patchwork StudiArchitettura con il supporto operativo di Algudnei, si svolge sabato 29 agosto a Costalissoio nel tabié del nostro amico dott. Paolo Grosso.

Per l’occasione domani 29 agosto il tabié sarà eccezionalmente aperto al pubblico e i progettisti saranno a disposizione per una visita guidata.

Come raggiungere il tabié di Paolo: dalla piazza di Costalissoio in 10 minuti a piedi lungo la vecchia strada per Costa. Dalla piazza di Costalisoio per chi lo volesse una navetta sarà disponibile ogni ora.

La mostra, che è inserita nel calendario del festival Dolomiti Unesco, si sposterà poi alla Stua di Padola dal 31 agosto al 4 settembre.

nepal-comelico_web

 

 

 

Inaugurazione della nuova sezione di Algudnei dedicata alla Grande Guerra

6 Ago

L’inaugurazione della nuova sezione di Algudnei è una delle iniziative della Regione del Veneto sul Centenario della Grande Guerra.

Qui trovate il nostro evento (http://www.venetograndeguerra.it/agenda-dettaglio?uuid=67ebd9fa-c827-4882-9411-9efb6e3a4e82&type=turismo:evento-grande-guerra&lang=it) e poi potete navigare all’interno del portale regionale per vedere anche gli altri avvenimenti.

Naturalmente sabato dal vivo sarà tutta un’altra cosa, a presto!

8/8/2015 h18:00 – Inaugurazione della nuova sezione di Algudnei dedicata alla Grande Guerra

1 Ago

Siete tutti invitati sabato 8 agosto alle ore 18, negli spazi di Algudnei del Palazzo della Regola di Dosoledo, per l’inaugurazione della nuova sezione dedicata alla Grande Guerra in Comelico e nei territori contermini.

Tra il 1915 e il 1918 le nostre valli si trovano improvvisamente sul fronte di guerra. La linea del fronte ha uno spessore: un ampio territorio a nord e a sud dell’antica frontiera tra Serenissima e Impero viene travolto dalla guerra. Le vallate vengono occupate dagli eserciti amici e nemici, la vita delle comunità locali cambia radicalmente, il paesaggio stesso viene trasformato. I popoli frontalieri si ritrovano improvvisamente nemici, cambiano i confini politici e amministrativi. La guerra costruisce una nuova geografia e una nuova società. Il Centenario della Grande Guerra è un’occasione per riflettere su come le nostre valli sono cambiate dentro lo spessore del fronte. Abbiamo riletto i libri e riascoltato i racconti, abbiamo cercato i documenti negli archivi, abbiamo percorso il territorio e studiato le cartografie storiche alla ricerca delle tracce lasciate dalla guerra. La collaborazione con i vicini transfrontalieri ci ha permesso di guardare il fronte anche con i loro occhi.

Algudnei_GG

Dosoledo com’era

4 Giu

Se avete visto in giro a Dosoledo degli strani pannelli tondi con vecchie immagini allora vorrete vedere questo, intanto per cominciare …

Dosoledo com’era

LE PAROLE DEL “GRUPPO”

25 Lug

BÀBÄ, f., donna pettegola, linguacciuta, maldicente

BABÀ, vb, chiacchierare, malignare; fnìslä da babà! smettila di spettegolare!

BABARÌÄ, f., gruppo di donne che spettegolano e fanno chiacchiere inutili, senza costrutto

e per par condicio

BAGARÓN, m., sbraitone

BALDARÀI e BALDARÀL, m., uomo senza parola, senza carattere, inaffidabile

BALÒS, m., uomo presuntuoso, pieno di sé, ma che vale poco

 

Parole tratte  dal Dizionario Ladino-Italiano pubblicato dal Gruppo di Ricerche Culturali di Comelico Superiore nel 2008.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: