Strada dei fienili a Dosoledo

25 Ott

Oggi inaugurazione non convenzionale a Dosoledo. Ad inaugurare la fine dei lavori di manutenzione della strada dei fienili di Dosoledo il sindaco Marco Staunovo Polacco e l’amministrazione della Regola di Dosoledo con Stefano Golin.
La configurazione della strada dei fienili, derivante dal piano di rifabbrico ottocentesco, accoglie oggi ancora alcune attività agricole e di artigianato.
Siamo sicuri che questa sinergia tra amministrazione comunale e regoliera sarà la prima di una lunga serie, sinergia importante per il nostro territorio.
Da parte nostra tutta la disponibilità a supportare e arricchire le future azioni culturali e operative.

Annunci

Serata Cineforum

15 Ott

Cari amici di Algudnei, venerdì prossimo 16 ottobre alle ore 20,30 potremo vedere assieme il film di Mario Monicelli dal titolo La grande Guerra, con Alberto Sordi e Vittorio Gassman.

A questo link potete trovare molte informazioni sul film (http://www.treccani.it/enciclopedia/la-grande-guerra_%28Enciclopedia-del-Cinema%29/).

A questo link altre notizie ed anche il trailer del film (http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=10956)

Vi aspettiamo numerosi!

Serata Cineforum

14 Set

Cari amici di Algudnei, venerdì prossimo 18 settembre alle ore 20,30 potremo vedere assieme il film di Giovanni Kezich e Michele Trentini dal titolo Carnevale Re d’Europa.

Insieme esploreremo le radici comuni del carnevale europeo nell’ambito dei riti invernali della fertilità ancora oggi attivi in molte comunità dell’Europea rurale e post rurale.

Stasera a Domegge paesaggio e architettura rurale

13 Set

Stasera a Domegge alle 20:45, in chiusura della mostra “case tradizionali delle valli dolomitiche” presso lo Spazio Storel, Andrea Turato e Viviana Ferrario presentano le loro ricerche ed esperienze progettuali nella conferenza “ARCHITETTURA E PAESAGGIO RURALE:  CONSERVARE INNOVANDO”

Serata Cineforum

8 Set

Cari amici di Algudnei, venerdì prossimo 11 settembre alle ore 21 potremo vedere assieme il film di Ermanno Olmi dal titolo Torneranno i prati.

Siamo sul fronte Nord-Est, dopo gli ultimi sanguinosi scontri del 1917 sugli Altipiani. Il racconto si svolge nel tempo di una sola nottata. Gli accadimenti si susseguono sempre imprevedibili: a volte sono lunghe attese dove la paura ti fa contare, attimo dopo attimo, fino al momento che toccherà anche a te. Tanto che la pace della montagna diventa un luogo dove si muore.

Qui il trailer ufficiale del film

Una settimana di incontri transfrontalieri

6 Set

Grande settimana di incontri transfrontalieri!
Domenica 30 agosto dal Comelico, dalla Pusteria e dalla Gailtal ci siamo incontrati tutti in cima al Cavallino per la Messa alla Croce Europa, una tradizione quarantennale resa vivida quest’anno dal Centenario della Grande Guerra. Grandi feste in cima con gli amici Pietro Michieli di Sesto, Sigrid Wisthaler di San Candido e Ludwig Wiedemayr di Kartitsch, con cui ci eravamo dati appuntamento per rivederci dopo la bellissima avventura della “mappa partecipata” della sezione Grande Guerra di Algudnei. Dei mitici esperti che hanno contribuito alla sezione del museo c’erano anche Giorgio Osta, il suo amico Andreas di Kartitsch e molti altri: sotto un sole meraviglioso pastasciutta offerta dagli alpini, birra offerta dagli schutzen, canti e musiche e i consueti spari…. a salve.

La seconda tappa è stata venerdi 5 settembre, quando Algudnei ha ricevuto la visita ufficiale delle amministrazioni del Comelico, dell’Alta Pusteria e della Gailtal. Ad aprire la serata il sindaco di Comelico Superiore Marco Staunovo Polacco con parole di benvenuto e di ringraziamento; hanno pi preso la parola Arrigo De Martin Mattiò, Viviana Ferrario, Italo Zandonella Callegher e Andrea Turato, presentando la nuova sezione sulla Grande Guerra e ricordando lo spirito collaborativo che ha contraddistinto la sua creazione. Gli ospiti si sono soffermati a lungo davanti ai pannelli e sulla “mappa partecipata”, opera anche loro: dopo molti apprezzamenti sul risultato del lavoro comune abbiamo concluso la serata mangiando e bevendo tutti assieme, parlando dei nonni e dei bisnonni ritrovati sul pannello dei personaggi.

Infine domenica 6 settembre, mentre assistevamo alle belle celebrazioni per l’anniversario della Grande Guerra che si sono svolte a Dosoledo, con una gioiosa fanfara alpina di Conegliano e un ispirato Coro Comelico, abbiamo avuto i nostri primi visitatori austriaci “spontanei”, venuti apposta da Kartitsch per vedere la nuova sezione del museo, di cui avevano sentito parlare dai concittadini.

Grazie ancora a tutti quanti!

Nepal/Comelico parte 2

1 Set

Cari Amici, la mostra fotografica Nepal/Comelico, organizzata dall’Associazione Giuliano De Marchi per il Nepal – Onlus e da Patchwork StudiArchitettura con il supporto operativo di Algudnei, si è spostata alla Stua di Padola.
Si ringraziano per l’aiuto all’allestimento Fiorenza De Martin e Dino Zandonella Sarinuto.
A seguire alcune immagini dell’evento.

Nepal/Comelico

28 Ago

Cari amici, vi segnaliamo la mostra fotografica sul recente terremoto in Nepal che si aprirà domani a Costalissoio.

L’evento, organizzato dall’Associazione Giuliano De Marchi per il Nepal – Onlus e da Patchwork StudiArchitettura con il supporto operativo di Algudnei, si svolge sabato 29 agosto a Costalissoio nel tabié del nostro amico dott. Paolo Grosso.

Per l’occasione domani 29 agosto il tabié sarà eccezionalmente aperto al pubblico e i progettisti saranno a disposizione per una visita guidata.

Come raggiungere il tabié di Paolo: dalla piazza di Costalissoio in 10 minuti a piedi lungo la vecchia strada per Costa. Dalla piazza di Costalisoio per chi lo volesse una navetta sarà disponibile ogni ora.

La mostra, che è inserita nel calendario del festival Dolomiti Unesco, si sposterà poi alla Stua di Padola dal 31 agosto al 4 settembre.

nepal-comelico_web

 

 

 

Comelico, valle del legno

27 Ago

Venerdì 28 agosto alle ore 21, gli architetti di Algudnei vi parleranno del legno nell’architettura e del paesaggio rurale del Comelico. L’antica tradizione del costruire in legno è rimasta viva negli edifici rurali (i tabià) che costellano i prati del Comelico. Come recuperare questo patrimonio architettonico e paesaggistico, conservando i valori che esso esprime? Ne vedremo insieme alcuni esempi realizzati.

Vi aspettiamo numerosi!

 

 

 

Lidar per l’archeologia

25 Ago

Noi stiamo cominciando

image

E voi?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: